+39 0200616845 | info@dragonsecurity.it
bclose

Mastercard vuole collegare la tua carta di credito con le tue impronte digitali

La settimana scorsa Mastercard ha rilasciato un comunicato stampa in cui dice che le loro carte di “prossima generazione” includeranno la scansione delle impronte digitali. Lo scopo è quello di identificare con sicurezza il proprietario della carta durante al momento degli acquisti.

Come sarà la nuova Mastercard?

L’aspetto della nuova carta biometrica sarà uguale alle solite carte che utilizziamo. Lo spessore sarà identico e sarà possibile utilizzarla coi normali terminali EMV, i dispositivi che sono in grado di leggere il chip della carta. Non funzionerà però con i dispositivi che funzionano solo strisciando la carta. A differenza delle precedenti versioni, permetterà al proprietario di scansionare le proprie impronte digitali per non dover usare più il PIN o la firma. La carta quindi non contiene soltanto le impronti digitali, ma anche il dispositivo che permette di scansionarle, rendendo quindi ridondanti eventuali dispositivi separati. Questo è sicuramente un vantaggio per i commercianti, in quanto non dovranno acquistare un nuovo dispositivo.

Gli utenti stanno continuamente apprezzando la convenienza e la sicurezza della biometrica. Che si tratti di sbloccare uno smartphone o di effettuare acquisti online, le impronte digitali aiutano ad aumentare la convenienza e la sicurezza. si tratta di qualcosa che non può essere preso e replicato, ed aiuterà i possessori delle nostre carte a sapere che i loro pagamenti sono protetti – ha detto Ajay Bhalla, presidente di Enteprise and Security a Mastercard

Ma davvero non è possibile replicare le impronte digitali?

L’utilizzo della biometrica può essere molto conveniente, specialmente per sbloccare un account o per pagare. Può anche dare l’illusione che sia più sicuro rispetto all’utilizzo di un PIN o di una password. In ogni caso, la dichiarazione di Ajay Bhalla che le impronte digitali non possano essere replicate o copiate è sbagliata. E’ stato provato che sia possibile rubare le impronte digitali (reuters.com, wired.co.uk) e anche replicarle (YouTube video). E, a differenza delle password e dei PIN, è evidente che sia impossibile cambiare le impronte digitali, se necessario. Ciononostante gli esperti di sicurezza credono che le impronte digitali siano più sicure di PIN e password: lo sforzo che dovrebbero fare i ladri per rubare un’impronta sarebbe molto più impegnativo che quello necessario a rubare una password o un PIN.

Mastercard testerà queste nuove carda in Sudafrica. Dopo l’iniziale periodo di test, le nuove carte di credito dovrebbero arrivare in Europe e nella regione Asia-Pacifico.

Abbiamo davvero bisogno di continuare a farci schedare in questa maniera?

Dragon

About "Dragon"

No Comments

Post a Comment